Le mie origini

Chi siamo? Da dove veniamo? C'è vita dopo la morte? Sono le tre domande che ogni essere umano dotato di un minimo di intelletto si pone almeno una volta nella vita. La risposta alla terza domanda ci hanno provato in tanti a darla, filosofi, profeti, papi, bonzi, rabbini, stregoni e marabù, ma nessuno che io conosca è in grado di dire quale sia quella giusta.

Alle prime due domande, invece, chi siamo e da dove veniamo, si può rispondere con una certa probabilità di successo. Nel mio caso, per esempio, sono in grado di dire, senza troppa paura di smentita, chi erano i miei nonni.

La famiglia dei nonni Agostino Burioni e Caterina Mastini, in una foto del 1929, con dieci dei quattordici figli. Bruno, il mio babbo, é quello in braccio alla nonna.

La nonna Giuseppina Salimbeni (Beppa) con lo zio Aldo e la mia mamma Silvana nel 1931. Paolo nascerà qualche anno dopo. Il nonno, Duilio Boni, se ne andrà presto, e da seconde nozze con Oreste Baglioni nascerà Giselda.

Inoltre, grazie all'esame del mio DNA, eseguito nel quadro del Genographic Project, so anche quando e in quale parte del globo ha avuto origine e si è evoluta la mia linea genetica.

Nel 2005 ho aderito al Genographic Project della National Geographic Society, ho inviato un campione del mio DNA al laboratorio del progetto negli Stati Uniti, dove è stato analizzato per seguire a ritroso il viaggio compiuto dai miei geni nei millenni. Confrontandolo con migliaia di altri campioni ricevuti da tutto il mondo è stato possibile ricostruire le migrazioni delle popolazioni preistoriche dalle quali discendo. Per maggiori informazioni sul Genographic Project: www.nationalgeographic.com.

Risultato delle analisi eseguite sul cromosoma Y (aggiornato nel 2016)


Il mio aplotipo di appartenenza é il J, sottogruppo J2, marker M172, originatosi circa 10.000 anni fa da una mutazione del gruppo M304, i cui discendenti si trovano oggigiorno con maggior frequenza nel Medio Oriente, nel Nord Africa ed in Etiopia. Il marker 304 ha avuto origine tra i 15.000 ed i 10.000 anni fa dal gruppo M89, separatosi a sua volta 45.000 anni fa dal ceppo originario M168, dal quale 31.000 - 79.000 anni fa ha avuto origine la migrazione Euroasiatica (Adamo Euroasiatico).

I gruppi nomadi appartenenti all'aplotipo J2 furono i primi agricoltori e colonizzarono le fertili terre attorno al Mediterraneo. Il marker M172 é tutt'oggi molto frequente nel Nord dell'Africa, in Medio Oriente (Gerico fu uno dei primissimi insediamenti stanziali della preistoria), nell'Italia del sud e nel sud della Spagna. Il sottogruppo J2 si trova in circa il 10% degli ebrei. Migrazioni più recenti hanno portato il marker M172 fino nell'Asia centrale e nel Nord dell'India.

FOLLOW ME

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • c-youtube

© 2023 by Massimo Burioni